Giulio Sanna

Giulio Sanna

Nato nel 1994, ha iniziato lo studio del violoncello a sei anni. Si è diplomato al Conservatorio di Torino “Giuseppe Verdi” con Massimo Macrì. Successivamente si è perfezionato alla “Scuola di musica di Fiesole”con Natalia Gutman, in “Accademia W. Stauffer”con Antonio Meneses e si è laureato in Master Performance nella prestigiosa “Musik-Akademie Basel” con Thomas Demenga. Attualmente frequenta l’ “Ergaenzungstudium” con il maestro Christoph Coin nella “Schola Cantorum Basilensis” e si sta specializzando in “Historische Aufführungspraxis Master Musik” alla “Hochschule für Musik Freiburg” con il maestro Christoph Dangel. Ha frequentato corsi di perfezionamento con Umberto Clerici, Johannes Goritzki, Elisabeth Wilson, Marianne Chen, ha preso parte a “ECMA” (European Chamber Music Association) e AEQUA (Accademia Europea del Quartetto) studiando con maestri come Hatto Beyerle, Miguel Da Silva, Antonello Farulli , Irvine Arditti, Johannes Meissl, Lorenza Borrani, Andrea Nannoni, Patrick Judt, Christophe Giovaninetti, Ida Bieler, nella “Musikhochschule Lübeck” con Heime Mueller, nell’ “Accademia Chigiana” con Clive Greensmith e in diverse masterclass con Christophe Coin, Belcea Quartet, Filippo Faes, Michael Flaksman. Collabora con “Kammerorchester Basel”, con la quale ha suonato in sale come “Elbphilharmonie” Hamburg, “KKL” Luzern, “Tonhalle” Düsseldorf, con direttori come Giovanni Antonini, Heinz Holliger e Paul McCreesh, e con diverse altre orchestre e gruppi da camera come “Swiss Chamber Soloists & Camerata”, “Camerata Variabile”, “Yes” (Young Euro-Asian Solisti) Orchestra, “Neues Orchester Basel”, “Musique des Lumières”, “Basel Sinfonietta”. Ha collaborato con “Cei-Youth Orchestra”, “Camerata Ducale Orchestra”, “Orchestra Filarmonica di Torino”, “Orchestra Filarmonica di Bologna”, “Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino”. Ha suonato in duo con il pianista Massimiliano Génot per un progetto governativo “Suono Italiano” presso “Istituto Italiano di Cultura” di Marsiglia, e ha registrato con lui CD come “Franz Liszt, un musicista per l’Europa”, Le sonate complete per violoncello e Piano di L. van Beethoven per “Brilliant” e un disco monografico del compositore Giuseppe D’Angelo per “Amadeus Arte – Naxos”. Ha suonato in festival prestigiosi come “Swiss Chamber Concerts, Astra”, “Martinu Festtage”, Festival “MiTo”, Spoleto “Festival dei Due Mondi”, “Mantova Chamber Music Festival”, “Torino Chamber Music Festival”, “Lucca Classica Music Festival”. Dal 2011 al 2018 è stato membro del TAAG String Quartet con il quale ha pubblicato con la collaborazione di “Scuola di Musica di Fiesole, Arcidiocesi, Opera del Duomo e Tuscany Edition, un DVD in “Battistero San Giovanni” (Firenze) e in marzo 2018 si sono esibiti al “Museo del Bardo” di Tunisi in collaborazione con “Scuola di Musica di Fiesole”, “Istituto Italiano di Cultura”, Regione Toscana, “Uffizi” e “Museo Archeologico di Firenze”. Il quartetto ha anche collaborato con musicologi come Sandro Cappelletto e Giovanni
Bietti. Con TAAG String Quartet ha vinto il 1 ° premio al “Concorso Pugnani”, il 1 ° premio, premio speciale “PieroFarulli” e premio speciale della giuria al concorso “Premio Crescendo”, 1 ° premio nella categoria musica da camera al “Concorso Internazionale Svirél”. Ha ricevuto nel 2011 dal Lions Regio di Torino la borsa di studio “Adelina Ferri” e nel 2016 e 2017 la borsa di studio “Music Talents, Conservatorio CRT-Fondazione Giuseppe Verdi di Torino” e dal 2017 riceve borsa di studio dalla Fondazione “De Sono”.