Elisa Tomellini

Elisa Tomellini

Il quotidiano inglese The Guardian annovera Elisa Tomellini fra i ‘…più brillanti talenti di questa eccezionale generazione di giovani pianisti…’.

Elisa, genovese di nascita, ha cominciato lo studio del pianoforte all’età di cinque anni sotto la guida di Lidia Baldecchi Arcuri. Ha proseguito la propria formazione con Ilonka Deckers-Kuszler a Milano, allieva di István Thomán, uno degli studenti preferiti di Franz Liszt e successivamente con Laura Palmieri a Verona; a sedici anni viene ammessa alla prestigiosa Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, dove studia con Alexander Lonquich, Riccardo Risaliti, Franco Scala, Joaquín Achúcarro e Piero Rattalino. Ha seguito inoltre numerose master classes tenute da pianisti quali Maurizio Pollini, Sviatoslav Richter, Lazar Berman. Nel 1997, presso il Conservatorio G. Verdi di Milano consegue il diploma, con il massimo dei voti e la lode. Vincitrice di numerosi premi internazionali, come il Viotti Valsesia, il Concorso di Cantù, il Luciano Gante a Pordenone, il Luciano Luciani a Cosenza, il Concorso Città di Pavia, solo per citarne alcuni, Elisa Tomellini è stata definita dalla rivista Piano Time una promessa del pianismo italiano. Si è esibita in recital e con orchestra in Italia per numerose associazioni e teatri fra cui la Società dei Concerti di Milano, Le Serate Musicali a Milano, il Teatro Carlo Felice di Genova, “L’ orchestra Sinfonica Siciliana“ di Palermo, l’Orchestra del Teatro Filarmonico di Verona, la Gog di Genova, i Concerti Radio live del Quirinale a Roma. Elisa ha suonato in Bosnia-Erzegovina, Croazia, Francia, Germania, Inghilterra, Romania, Serbia, Slovenia, Ungheria,  USA, la Glenn Gould Foundation in un concerto live streaming. Alcuni dei suoi concerti sono stati trasmessi da Rai Radio 3, Rai Radio 2 e Rai Radio1, Radio Quirinale, RSI Rete 2 Svizzera.

Dopo un periodo sabbatico, dedicato a esplorare e scalare montagne in molte località del mondo, Elisa torna al concertismo debuttando al Kennedy Center di Washington e in Germania al Gewandhaus di Lipsia. Ha registrato per l’etichetta Vermeer  un cd dedicato a S. Rachmaninov e A. Piazzolla, con alcuni suoi arrangiamenti dei brani più famosi del compositore argentino, per l’etichetta Piano Classics, un cd interamente dedicato ad opere inedite di Sergej Rachmaninov, fra cui la ritrovata Suite in re minore. Quest’ ultimo va a completare l’opera integrale di Sergej Rachmaninov in un cofanetto con i pianisti Russi: Z. Chochieva, A. Gavrylyuk, L. Geniusas, A. Ghindin, N. Lugansky. Ad ottobre 2018 é uscito il suo cd per Dynamic, distribuito da Naxos, registrato a Dicembre 2017 alla RSI (Radio Svizzera Italiana) di Lugano comprendente gli Studi Trascendentali di Liszt da Paganini nella prima versione del 1838. Elisa è la prima donna al mondo ad aver suonato gli studi in questa versione; Schumann disse che solo 4 o 5 pianisti al mondo sarebbero stati capaci di suonarli. L’ album ha recentemente ricevuto 5 stelle Sul BBC Music Magazine di Gennaio 2019: “…It is a rare delight these days to hear a pianist who dares to play pianissimo… There is charm here in abundance, together with staggering virtuosity…..Finally, not the least of Tomellini’s abilities is her grasp of form….here everything unfolds naturally and meaningfully. And the piano sound is superb…”.
Roger Nichols, BBC Music Magazine, February, 2019. Elisa Tomellini si dedica ad un ampio repertorio che spazia da quello romantico, russo e virtuosistico, cui spesso dedica interi recital, fino all’opera di Astor Piazzolla, di cui esegue arrangiamenti da lei stessa composti. L’ 8 luglio 2017, sul ghiacciaio del Colle Gniffetti sul Monte Rosa, Elisa ha coronato il suo sogno di suonare per la Montagna, dopo esservi salita a piedi, stabilendo anche il record del concerto per pianoforte più alto al mondo a quota 4460 m . Parte dei proventi dei diritti del docufilm in uscita, sono devoluti a favore della casa famiglia nepalese Sanonani. Nel 2018 Elisa ha fondato ed è Presidente dell’ Associazione Genova Musica, di cui è Direttore Artistico insieme a Luca Franzetti. Nello stesso anno è stata nominata Ambasciatrice di Genova nel Mondo per la cultura. A Gennaio 2020 Elisa ha ricevuto il premio Amelia Earhart per l’ eccellenza nel campo dell’esplorazione e la ricerca.